All Posts By

Andrea Padoan

Cos’è il Cross Training e a cosa serve

By | Blog | No Comments

I più moderni macchinari fitness hanno ormai imprigionato il frequentatore medio di palestra in una quasi totale perdita di coscienza del proprio corpo. Glia allenamenti stile Crossfit nascono nasce per educare le persone a riappropriarsi di esso attraverso l’esecuzione dei più naturali movimenti esistenti. I movimenti FUNZIONALI.

Il Cross Training rende necessario allenare tutti i percorsi metabolici bilanciando gli effetti di tutti, rendendo l’atleta praticante di un “fitness totale”. Gli atleti di Cross Training si esercitano con corsa, vogatore, salto della corda, arrampicata e spostamento di oggetti; spesso muovono carichi pesanti velocemente e per lunghe distanze e usano le tecniche del Powerlifting e del Sollevamento pesi. Utilizzano inoltre manubri, anelli da ginnastica, sbarre per trazioni, kettlebell e molti esercizi a corpo libero.

Il Cross Training è allenamento di tutte le capacità fisiche generali del corpo umano così definite:

  1. resistenza cardiorespiratoria: l’abilità dei sistemi del corpo di raggruppare, elaborare e fornire ossigeno.
  2. resistenza muscolare: l’abilità dei sistemi del corpo di elaborare, fornire, immagazzinare e utilizzare energia.
  3. forza: l’abilità di un’unità muscolare, o di una combinazione di unità muscolari, di applicare la forza.
  4. flessibilità: l’abilità di massimizzare l’arco di movimento di un’articolazione.
  5. potenza: l’abilità di un’unità muscolare, o di una combinazione di unità muscolari, di applicare la forza massima per un tempo minimo.
  6. velocità: l’abilità di ridurre il tempo di ripetizione di un movimento ripetuto.
  7. coordinazione: l’abilità di combinare una serie di movimenti distinti in un unico movimento.
  8. agilità: l’abilità di diminuire il tempo di transizione da una serie di movimenti a un’altra.
  9. equilibrio: l’abilità di controllare la posizione del centro di gravità di un corpo in relazione alla sua base di supporto.
  10. precisione: l’abilità di controllare un movimento in una direzione o a un’intensità specifica.

Il Cross Training migliora lo stato di fitness aumentando la capacità di lavoro in tutti questi ambiti grazie ad un adattamento neurologico ed ormonale di tutte le vie metaboliche:

  • durata, resistenza, forza e flessibilità si esercitano con l’allenamento (attività che migliorano le prestazioni attraverso un cambiamento organico misurabile del corpo);
  • coordinazione,agilità,equilibrio e precisione si esercitano con la pratica (attività che migliorano le prestazioni attraverso cambiamenti del sistema nervoso);
  • potenza e velocità si esercitano sia con la pratica che con l’allenamento.

Rimettersi in forma da una vita sedentaria

By | Blog | No Comments

sedentarismo

Rimettersi in forma da una vita sedentaria

Molto probabilmente stai leggendo questo articolo mentre sei seduto sulla sedia dell’ufficio o sul divano di casa.

Inoltre, nel caso tu sia un frequente utilizzatore del computer, sarai seduto su quella sedia già da parecchio tempo. Considera la quantità di tempo in cui stai seduto in un giorno: guidare in mezzo al traffico per raggiungere il tuo luogo di lavoro, dove sarai ancora seduto per altre 8 ore al giorno, e poi  stanco, tornerai a casa ed avrai voglia di buttarti sul divano davanti alla televisione. Inoltre, gran parte delle persone oggi fanno acquisti tramite e-mail, applicazioni telefoniche e su Internet. Una miriade di operazioni che solo 10 anni fa ci avrebbero obbligato ad alzarci e girare per parecchio tempo.

Supponendo che questa sia la tua situazione, allora si può parlare di “malattia del sedentario”, un gergo per uno stile di vita sedentario che può mettere a rischio la salute.

Una recente ricerca dimostra che lunghi periodi di inattività fisica aumentano il rischio di sviluppare la malattia alle vie coronariche (alterazione delle arterie coronarie, cioè dei vasi sanguigni che portano sangue al muscolo cardiaco) il diabete, il cancro e l’obesità. Esperimenti gestiti da scienziati britannici nel gennaio 2010 hanno messo chiaramente in relazione la sedentarietà alla maggiore probabilità di contrarre malattie. Inoltre, nello stesso mese, i ricercatori australiani hanno riferito che ogni ora trascorsa davanti alla televisore è collegato ad una percentuale di rischio del 18% di morte per malattie cardiovascolari.

Tuttavia, la buona notizia è che si può tornare in forma dopo essere stati a lungo tempo sedentari, cambiando ogni giorno le abitudini, mangiando sano per migliorare il livello di vitalità e progressivamente aggiungere di esercizi durante la settimana e poi tutti i giorni.

Fase 1

Impostare un obiettivo ragionevole per ritornare in forma. Registra il tuo obiettivo su un’agenda e controlla periodicamente il tuo miglioramento per rimanere motivato. Un obiettivo realistico potrebbe essere quello di perdere 1 chilo alla settimana, mangiare cibi più sani ed iniziare con 20 o 30 minuti di attività fisica al giorno. Noterai con piacere che inserendo un minimo di movimento regolare ed iniziando ad eliminare il cibo spazzatura, inizierà a migliorare anche il livello di energia generale.

Fase 2

Inserire una passeggiata di 30 minuti. Iniziate il vostro nuovo progetto di cambiamento in modo graduale invece di andare in palestra in modo pesante con il rischio di fare danni.

Basterà passeggiare intorno al vostro quartiere per 30 minuti tre volte a settimana, inserendo un giorno di passeggiata in più ogni settimana fino a quando arriverete a camminare per 4 o 5 giorni a settimana. Potete portare con voi delle cuffie ed ascoltare la vostra musica preferita mentre camminate. Assicuratevi di scaldare ed estendere sempre le gambe, le braccia, le articolazioni delle spalle e del collo prima per preparare il vostro corpo.

Fase 3

Sostituisci la tua passeggiata con una corsa leggera, almeno due volte ogni settimana. Quando sarai allenato a camminare per più di due/tre volte a settimana in un mese, sarai sicuramente motivato a fare jogging un paio di giorni a settimana per 20 o 30 minuti.

Inizia sostituendo dieci minuti a piedi con una corsetta leggera di 5 minuti e poi aumenta progressivamente, sostituendo i minuti di camminata a quelli di corsa leggera, fino a sostituirli completamente. Ricordati sempre lo stretching prima di partire a freddo!

Fase 4

Inserisci un allenamento muscolare più di una volta a settimana per 20 o 30 minuti per ogni allenamento.

E’ giunto il momento di portare ad un livello maggiore i tuoi allenamenti. Se finora abbiamo lavorato sull’aspetto cardio-vascolare, ora è il momento di lavorare sulla forza e l’agilità. Andremo quindi ad inserire un allenamento con  i pesi per tonificare e rinforzare i muscoli mentre si bruciano calorie. Utilizza dei semplici manubri per allenare muscoli delle braccia e tienili in mano mentre fai gli squat. Aumentando la fibra muscolare, i grassi vengono utilizzati come combustibile ed il corpo migliora ulteriormente sia dal punto di vista della forma che dell’energia.

Fase 5

Tagliare il tempo dedicato alla televisione quotidianamente e sostituire quel momento con qualsiasi esercizio fisico.

Questo nuovo tempo che avrai a disposizione lo potrai dedicare ad attività che ti fanno muovere. Per esempio è possibile lavare l’auto, sistemare il giardino o le piante, praticare uno sport di squadra. Iniziare a limitare il tempo passato davanti alla televisione anche la sera, dopo cena.

Fase 6

Sostituire cibi non sani nella vostra dieta quotidiana con cibi integrali e frutta fresca. Avendo aumentato il livello di attività, il tuo corpo avrà bisogno del miglior carburante per funzionare. Il nostro carburante è il cibo. Prediligi quei cibi a basso indice glicemico e basse calorie per darti una maggior vitalità per il resto della giornata. Limita il consumo di cibi troppo elaborati e prediligi cibi semplici e freschi. Rinuncia ad i cibi preconfezionati e limita le uscite al ristorante, imparando a cucinarti da solo quello che andrai a mangiare. Il segreto è pianificare il giorno prima quello che andrai a mangiare il giorno dopo, in modo da non essere affamato senza aver nulla da mangiare.

Andrea Padoan

In 6 mesi: possibile!

By | Blog | No Comments

Ognuno di noi porta con se’ una storia personale, fatta in particolare di sentimenti, pensieri ed obiettivi. Come accade a molti, arriva ad un certo punto del nostro vivere un momento in cui c rendiamo conto di aver pensato a tutto quello che ci circonda senza pensare prima di tutto alla cosa più importante: NOI STESSI.

E meno diamo peso al nostro benessere, più tutto quello che facciamo diventa più difficile. Ha tutto un senso. E’ necessario prendersi cura di se’ per poi essere in grado di trasmetterlo agli altri, altrimenti mancano le energie, la forza e lo stimolo.

Ci accorgiamo spesso troppo tardi che abbiamo aspettato e che pian piano nasce una consapevolezza dentro di noi. E’ a questo punto che deve nascere la voglia di una svolta, perchè il la differenza tra poter riuscire o meno è una sola: INIZIARE. 

Ci sediamo dietro ad una scrivania o ripetiamo per tutta la giornata le stesse azioni…ci giustifichiamo dicendo che facciamo movimento ma in realtà siamo sempre stanchi. Il corpo così si deteriora e perde forma. Abbiamo difficoltà a riprendere fiato. I muscoli si indolenziscono in fretta e vengono i mal di testa. Tutte scuse per non seguire il nostro istinto di muoverci seriamente. Il corpo è lì, immobile, al bar, davanti alla tv, arrabbiato per questa schiavitù.

Alla fine il dottore forse dirà: ” dovresti fare un po’ di moto” e con malavoglia sentiamo questo consiglio, ripiegati dal fatto che secondo noi facciamo già troppe cose! Ma sono quelle veramente corrette? Ci muoviamo nel modo giusto?

Fare esercizio regolarmente dopo tanto tempo di inattività è come ricevere un secchio di acqua gelida addosso al mattino mentre stiamo dormendo, una incredibile sofferenza…ma vi posso assicurare che passato questo ostacolo le prime volte, tutto migliora.

Inizia ad aumentare l’energia in modo costante, siamo meno affaticati, il processo digestivo migliora e diminuisce il senso di fame costante per il cibo spazzatura.

Il cuore è più sano, la milza, il fegato, i polmoni, le arterie ringiovaniscono ma anche mentalmente sentiamo un miglioramento: il cervello ha più ossigeno, la circolazione è pulita e siamo in armonia con i nostri istinti. Il movimento fornisce la stamina che combatte l’esaurimento.

Il moto è essenziale per sopravvivere, se gli permettiamo di camminare, correre, saltare, lanciare, tirare, il corpo costruirà un modello di forza, resistenza, coordinazione e di conseguenza…bellezza fisica.

In breve tempo sarà possibile scoprire una forma migliore.

Inizia sempre tutto con una consapevolezza, sapere che ognuno di noi può e deve avere di più da se’ stesso.

A questo punto bisogna solo decidere il come. La scelta migliore, come in ogni ambito, è quella di affidarsi ad un professionista in grado di guidarvi e quindi ottimizzare tempo e risultati.

Questa è la storia di Benedetta, che ha deciso di fare un investimento su di se’, iniziando un percorso personalizzato.

Abbiamo impostato un periodo di lavoro e siamo partiti. Anzi, il percorso lo ha fatto da sola, io le sono stato vicino e le ho dato di volta in volta le indicazioni su come procedere e superare ogni ostacolo. Il percorso prevedeva 3 incontri settimanali di 50 minuti per un periodo di sei mesi.

Il risultato lo abbiamo ottenuto grazie alla costanza, al rigore ed il suo fidarsi completamente delle indicazioni da seguire.

Benny , 42 anni -3 gravidanze

Periodo: Giugno 2015 –  Dicembre 2015 (6 settimane)

Peso: da 75 Kg ad 60 Kg ( – 15 kg)

Massa grassa: da 39% a 22% ( – 17%)

Giro vita: da 99 a 79 ( -20 cm)

Coscia: da 65 a 56 ( – 9 cm)

foto A foto B foto C

 

Il movimento è gioco, il gioco è movimento.

By | Blog | No Comments

Il movimento è gioco, il gioco è movimento.

I bambini corrono, si arrampicano, saltano, finchè ne sentono il bisogno. Quando sentono di aver ancora voglia di fare le stesse cose, le rifanno.

Ma poi cosa succede?
Ecco che il bambino cresce, si trova un bel lavoro dalle otto alle cinque, si siede dietro una scrivania e ripete per tutta la giornata le stesse azioni, ed ecco che il corpo è troppo impegnato o troppo stanco per fare del movimento o per giocare. Il corpo così si deteriora, perde forma.

Si forma l’idea che “gioco” è per bambini e che il tipo di esercizio concesso agli adulti sono trenta flessioni…il che diventa noioso. I muscoli diventano indolenziti, vengono i mal di testa: tutte scuse per non seguire il proprio istinto di muoversi.

Gli istinti non vanno mai via. Il corpo è li, immobile, al bar o davanti alla tv, sempre più arrabbiato per questa schiavitù artificiale.

Alla fine il dottore dirà (forse): “Lei deve fare un o’ di attività fisica”. Può darsi che l’adulto segua il consiglio , piuttosto di malavoglia. Può darsi che dopo un po’ di tempo ci rinunci o forse, se va bene, riconosce di iniziare a stare meglio, probabilmente si apre ai suoi istinti che gli dicono di muoversi di più, in modi diversi, finchè riacquista nuovamente la sua forma e si lancia sulla strada della salute.

Se fate un po’ di esercizio regolarmente, non siete tentati di mangiare più del normale. Vi sentite pieni di energia, non affaticati, il processo digestivo funziona in maniera più efficace. Il cuore è più sano. La milza, il fegato, i polmoni, le arterie, si sentono beneficate e la stessa cosa capita alla mente: il cervello ha più ossigeno e siete in armonia con i vostri istinti, invece di esserne in conflitto.

Il moto è essenziale per sopravvivere, il che è il compito principale degli istinti: aiutare l’organismo a vincere.

Se permettete al vostro corpo di muoversi, questo costruirà un modello di forza, resistenza, coordinazione, armonia e bellezza fisica. E’ come portare al lavaggio la vostra auto piena di fangol

Il vostro corpo, si coordina da solo. Ascoltalo. Vorrà poter camminare, correre, attivarsi…e migliorerà in modo automatico, rinforzando i muscoli ed eliminando i grassi in eccesso. Devi solo seguirlo e ti condurrà nella sua direzione migliore senza danneggiarti.

Devi limitarti a fare finchè te la senti ed evitare che il gioco diventi dolore e frustrazione.
Si tratta di puro approccio mentale e comprendere che il fine è tirare fuori ciò che già esiste: la macchina perfetta che per lungo tempo è rimasta ferma.

L’esercizio deve essere avventura e gioco, la scoperta delle vostre potenzialità, il raggiungere e fare cose che non pensavate di riuscire a fare.

Un atteggiamento negativo verso l’attività fisica non è altro che il bisogno di difendere l’inattività della tua vita “normale”. Ma è proprio la tua vita ad essere anormale.

Convinciti che la realtà è un’altra, che una persona in forma si sente bene, che acquisterai più vigore, più forza, più energia, sarai meno soggetto a malattie.

Fidati del tuo corpo, seguilo invece di contrastarlo e concediti il tempo per superare l’affaticamento che ora senti, solo perchè hai ignorato i tuoi istinti per tutta la vita.

Quando fai movimento i pensieri si allontanano dalle “preoccupazioni quotidiane”.

Prenditi questo momento solo per te, lascia il telefono in borsa, svuota la mente. Sentiti parte dell’universo, unico, dedicati a te stesso in quel momento, abbandona l’essere schiavo  della società dove sei rinchiuso ogni giorno, evadi, lasciati sopraffare dall’istinto primordiale…

giocare-allaperto-contro-miopia

Circuito functional alta intensità a corpo libero

By | Blog | No Comments

 

 

Ecco un allenamento decisamente  intenso, dove allenare tutto il corpo, sviluppando l’esplosività e la resistenza.

 

BOX JUMP -> x 5 rep

PUSHUP SU RIALZO -> x 10 rep

CRUNCH LIBRETTO -> x 15 rep

MOUNTAIN CLIMBER -> x 20 rep (x lato)

5 ROUNDS

20150116_120224_Via Mario Calderara

BOX JUMP ( sono solo 5 jump, usare un altezza adeguata. Nel mio caso 70 cm)

20150116_120342_Via Mario Calderara 20150116_120354_Via Mario Calderara 20150116_120347_Via Mario Calderara

PUSHUP RIALZATI

20150116_120431_Via Mario Calderara 20150116_120435_Via Mario Calderara

CRUNCH LIBRETTO

20150116_120503_Via Mario Calderara 20150116_120501_Via Mario Calderara

MOUNTAIN CLIMBER

20150116_120736_Via Mario Calderara 20150116_120743_Via Mario Calderara

BUON WORKOUT!